ricetta pasta con rucola e patate

I troccoli,  o in paesano "introccioli", sono una tipica pasta pugliese. Assomigliano agli spaghetti "alla chitarra" con sezione quadrata, sebbene siano più spessi e consistenti di questi ultimi. E' un piatto molto gustoso salutare.

Difficoltà: MEDIA - Tempo: 120 MINUTI - Contenuto calorico: 487 Kcal a porzione

Ingredienti (4 Porzioni):

  • 150 g di rucola a foglia intera
  • 250 g di patate tagliate a cubetti
  • 1 spicchio di aglio
  • 8 cucchiai di olio EVO
  • 1 peperoncino
  • 12 pomodorini
  • 500 g di troccoli (spezzati a 6-7 cm) o altra pasta fresca lunga oppure in alternativa 400 g di spaghetti
  • sale quanto basta

Per i troccoli fatti a mano:

  • 400 g di farina tipo 00
  • 1/2 bicchiere d'acqua
  • sale quanto basta

Preparazione ricetta:

Lavate accuratamente la rucola e fatela bollire in poca acqua per qualche minuto, conservando l'acqua di cottura. Nel frattempo, in una padella con l'olio, fare soffriggere l'aglio, il peperoncino ed i pomodorini tagliati in quarti. Appena il condimento comincerà ad imbiondire, aggiungete le patate crude a cubetti e continuate la cottura a fuoco lento fino a che non saranno ben cotte, aggiungendo di volta in volta l'acqua di bollitura della rucola. Giunti a metà cottura aggiungete la rucola precedentemente bollita e continuate a cuocere a fuoco lentissimo. Cuocete i troccoli (spezzati a 6 o 7 cm) in abbondante acqua salata, quindi scolateli rimanendo piuttosto al dente e terminatene la cottura nella padella del condimento. Aggiungete, se necessario dell'acqua di cottura della rucola affinché la pasta non risulti troppo asciutta.

VARIANTE (minestra): scolate la pasta lasciando abbondante acqua di cottura ed otterrete una meravigliosa minestra.

Troccoli fatti a mano: versate la farina a fontana su un piano, unite a poco a poco l'acqua tiepida versandola al centro del "vulcano" ed impastate energicamente per almeno 15 minuti. Lasciate riposare l'impasto per almeno 30 minuti. Quindi stendetelo con un mattarello fino ad ottenere uno spessore di 2 o 3 mm. Tagliare quindi la pasta in strisce larghe circa 10 cm e tagliare ulteriormente passandole con un mattarello rigato (possibilmente a righe strette - il così detto "Troccolaturo"). Per chi è bravo col coltello ed ha molta pazienza, può provare a farlo a mano.

Potete gustare questo straordinario piatto tipico pugliese da "Osteria Lo Svevo"  • Vico del Gargano (FG)

 
Pin It